Skip navigation.
Home

Statuto e Regolamento


“SOCIETA’ LUCCHESE DEI LETTORI” E “PREMIO DEI LETTORI”

Statuto e Regolamento ( Estratto )

L’Associazione Culturale denominata “Società Lucchese dei Lettori”, si è costituita in data 13-12-1988 con rogito del Notaio Avv. Renzo Lazzereschi, in Lucca, via Vittorio Veneto n.13, repertorio n.190.809, raccolta n.14739, registrato in Lucca in data 20 dicembre 1988 al n. 4738.  
L’Associazione ha sede in Lucca presso la residenza del Presidente.
Per l’incremento dei soci verificatosi negli anni successivi alla nascita della Associazione,  oltreché nelle città toscane vicine (Pisa, Massa, Livorno) anche in città fuori Regione ( Genova, Roma, Bologna, Pescara), si è resa necessaria,  nel tempo, la costituzione di alcune Sezioni Periferiche (Sedi esterne) e la modifica, integrazione  ed aggiornamento dello Statuto originario, onde adeguare l’Associazione alle mutate realtà ( vedi  atto del 06/11/2007 presso lo studio del Notaio Raspini Gaetano in Lucca, registrato a Lucca il 15/11/2007 al n.° 10096 Serie IT).
Ogni Sezione Periferica è tenuta all’osservanza dello Statuto, del Regolamento e dei deliberati degli Organi Istituzionali dell’Associazione.

Scopi dell’Associazione

L’Associazione non persegue finalità di lucro. Il suo scopo è quello di svolgere attività culturali, promuovendo ogni iniziativa idonea, ma prevalentemente, anche se non esclusivamente, in due principali direzioni:
-    promuovere periodici incontri letterari con Autori italiani di narrativa  o di saggi : (“Incontri con l’Autore").
-    mediante l’istituzione di un premio letterario annuale, alla fine dell’anno sociale, con la votazione e premiazione di una terna di finalisti e del supervincitore. (“Premio dei Lettori”).

Regolamento del “Premio dei Lettori”
La Società Lucchese dei Lettori, ogni due-tre settimane circa, da ottobre a giugno, invita un autore a presentare il suo libro, edito nell’ultimo anno, secondo una formula che dà luogo, piuttosto che ad una presentazione tradizionale, ad un piccolo seminario sull’opera diretto dall’Autore. Lo scrittore invitato agli incontri è tenuto ad intervenire non solo nella sede di Lucca ma anche nella sede o nelle sedi esterne dell’Associazione. In occasione dell’incontro, l’Autore e la sua opera vengono presentati da uno dei Soci o da altri (critico, giornalista, etc.) ; segue l’intervento e commento dello scrittore; conclude l’incontro un dibattito fra lo scrittore e gli intervenuti ( soci, ospiti, simpatizzanti) che pongono domande ed esprimono valutazioni e commenti. L’incontro si conclude con una cena, assieme all’Autore, presso un ristorante caratteristico della città.
 
Il “Premio dei Lettori” si articola in due parti  
 
1-    La scelta della terna dei finalisti – (Votazione della terna)
Le operazioni di votazione avvengono in occasione di una Assemblea straordinaria dei Soci aventi diritto, a tale scopo programmata e segnalata con opportuno anticipo. A ciascuno dei Soci aventi diritto al voto viene inviata una scheda con la segnalazione dei nominativi degli Autori intervenuti durante l’anno sociale e l’elenco delle opere presentate, con il numero, per ciascun socio, della scheda di associazione. Il voto di preferenza può essere espresso, per non più di tre nominativi, nel modo seguente:
-    mediante consegna diretta della busta, contenente la scheda compilata, durante la riunione assembleare;  oppure mediante invio della scheda per posta prioritaria  presso i recapiti della Associazione;
-    mediante invio per fax della scheda , opportunamente compilata e recante in alto e a destra il numero di codice della tessera associativa e/o il nome e cognome del Socio, presso i recapiti della Associazione;
-    mediante invio della scheda, opportunamente compilata, previa sua scannerizzazione, come allegato di corrispondenza elettronica da indirizzare all’Associazione.
-    non è consentita l’espressione del voto ( designazione dei nominativi) per via telefonica. I recapiti dell’Associazione vengono comunicati ogni anno nella lettera di convocazione dell’assemblea straordinaria per la votazione delle terna.
I tre autori maggiormente votati riceveranno, durante la serata finale, un Premio Selezione in denaro. L’Autore  che non intervenga alla serata finale decadrà dal diritto al premio e potrà essere  sostituito dal quarto classificato nella graduatoria.
 
2- Votazione e proclamazione del Supervincitore – (Cerimonia finale)
Nell’ultimo venerdì del mese di giugno, in occasione della serata finale di gala, nella sede di villa Rossi in Gattaiola (Lucca), alla presenza di soci, simpatizzanti, ospiti, autorità, scrittori , operatori culturali e giornalisti, viene effettuata una ulteriore  votazione per eleggere, fra la terna dei finalisti, il supervincitore del Premio, che riceverà un ulteriore premio in denaro.

Patrimonio e spese

Alle spese inerenti i compiti istituzionali dell’Associazione concorrono:
-    le quote associative annuali dei Soci Ordinari, il cui importo è stabilito dal Regolamento, eventualmente aggiornabile per decisione del Consiglio Direttivo;
-    le sovvenzioni ed i contributi, elargizioni a titolo di liberalità di soci e terzi; da erogazioni fatte a titolo di finanziamento e di contributo a favore dell’Associazione che potranno essere richieste ad Enti Pubblici Territoriali ( Comune, Provincia, Regione), Istituti Bancari, Società, Privati.

Organi Sociali

L’Associazione è costituita dai seguenti Organi Sociali :
- Presidente
- Vicepresidente
-  Consiglio Direttivo
- Assemblea dei Soci
Tutte le cariche sono onorifiche e non danno diritto a retribuzione
Il Consiglio Direttivo è l’Organo che dirige ed amministra l’Associazione. Il Consiglio Direttivo è eletto dall’Assemblea dei soci e dura in carica tre anni.
L’integrazione del Consiglio Direttivo, a causa di decesso o dimissioni, è consentita fino ad un massimo di due membri, che rimarranno in carica fino al termine del mandato del Consiglio. Tale integrazione è effettuata per cooptazione. Di tali procedure sarà data opportuna comunicazione ai soci nel corso della prima assemblea ordinaria o straordinaria successiva a tali procedimenti.
Il Consiglio Direttivo nomina nel proprio seno un Presidente e un vicepresidente.
Il Consiglio si riunisce tutte le volte che il Presidente lo ritenga necessario o che ne sia fatta richiesta da almeno due dei suoi membri, almeno una volta all’anno. Per la validità delle deliberazioni occorre la presenza effettiva della maggioranza dei membri del Consiglio ed il voto favorevole della maggioranza dei presenti; in caso di parità prevale il voto di chi presiede. Il Consiglio è presieduto dal Presidente, in sua assenza dal Vicepresidente, in assenza di entrambi dal più anziano di età dei presenti. Delle riunioni del Consiglio verrà redatto, su apposito libro, il relativo verbale che verrà sottoscritto dal Presidente e dal Segretario.
Il Consiglio è investito dei più ampi poteri per la gestione ordinaria e straordinaria dell’Associazione senza limitazioni. Ad esso compete in particolare :
-    l’approvazione del conto consuntivo;
-    l’attuazione delle iniziative approvate dall’Assemblea;
-    il decidere le spese, nei limiti dei singoli stanziamenti di bilancio e l’ammontare della quota sociale.
Al Presidente spetta la rappresentanza legale della Associazione e presiede il Consiglio Direttivo. Nei casi di urgenza può esercitare i poteri del Consiglio, salvo ratifica da parte di questo alla prima riunione.
Al Vicepresidente spetta la rappresentanza in caso di assenza del Presidente.
Al Consiglio Direttivo spettano le incombenze organizzative della Associazione e la cura,  tenuta e conservazione della documentazione, dei processi verbali delle assemblee, della corrispondenza e delle scritture contabili ed amministrative. Il Consiglio Direttivo indica l’incaricato del trattamento dei dati personali degli iscritti all’Associazione, all’uopo nominato ai sensi dell’art.13 lettera f del Dlgs 196/2003.
I consiglieri esercitano ogni  azione utile a perseguire gli scopi dell’Associazione, ad incrementarne la visibilità ed il suo legame con il territorio e con le altre Associazioni ed Enti  che perseguono analoghe attività culturali. (manifestazioni e rassegne di letteratura, poesia, musica,  etc.).
Nessun compenso è dovuto ai membri del Consiglio. Le attività svolte dai soci e dai membri degli organi sociali dell’Associazione per il raggiungimento dei fini sociali sono svolte a titolo di volontariato e totalmente gratuite.

Soci

I soci si distinguono in
- Soci Fondatori sono coloro che sono intervenuti all’atto di costituzione dell’Associazione. Al Socio fondatore che ne faccia richiesta, spetta di diritto la partecipazione al Consiglio Direttivo  (membro di diritto).
- Soci Sostenitori sono coloro che fanno richiesta di partecipare all’Associazione e sottoscrivono una quota annua pari almeno al doppio della quota ordinaria. I Soci sostenitori possono partecipare alle riunioni dell’Assemblea ma non hanno diritto al voto.
- Soci Ordinari sono coloro che si iscrivono all’Associazione e ne condividono i principi statutari ed il Regolamento.
I Soci Ordinari hanno i poteri e le responsabilità sociali, costituiscono le assemblee ordinarie e straordinarie dell’Associazione, godono dell’elettorato attivo e passivo. Partecipano alle votazioni per la selezione della terna dei finalisti ed a quella per l’elezione del vincitore assoluto del “Premio dei Lettori”.
La domanda di iscrizione viene effettuata compilando una scheda a ciò predisposta in cui vengono annotati i dati di ogni socio; tali dati possono essere acquisiti anche verbalmente, direttamente o tramite terzi, e qualificati come personali, nel rispetto delle norme di tutela della Privacy ( art. 13 Dlgs 196/2003).
L’ammissione a socio comporta l’accettazione di tutte le norme dello statuto, delle sue eventuali modifiche, del regolamento, nonché l’impegno al pagamento delle quote associative stabilite dal Consiglio Direttivo. Solo il regolare versamento della quota dà diritto al voto nelle assemblee, all’elettorato attivo e passivo, alla partecipazione alle elezioni della terna e del supervincitore del Premio dei Lettori.
Per il rinnovo della quota annuale dei soci già iscritti, il termine di scadenza è stabilito al 31-01 di ogni anno. In caso di morosità i soci saranno considerati tali anche per l’anno successivo ed obbligati al versamento della quota annua dell’Associazione salvo che abbiano presentato, per iscritto, le loro dimissioni.
La qualità di socio si perde per decesso, dimissioni, morosità, indegnità o, comunque, per comportamento contrario e/o incompatibile con gli scopi dell’Associazione.

Assemblee

I soci sono convocati in Assemblea  Ordinaria e Straordinaria dal Consiglio Direttivo o dal Presidente in qualunque tempo essi lo ritengano opportuno.
L’Assemblea sia Ordinaria che straordinaria deve essere convocata quando ne sia fatta richiesta scritta, con indicazione degli argomenti da trattare, da parte di oltre un terzo dei Soci aventi diritto di voto.
L’Assemblea in sede ordinaria e straordinaria è convocata con avviso scritto di convocazione contenente l’ordine del giorno, almeno quindici giorni prima di quello fissato per l’adunanza; oppure con mezzi di comunicazione veloci ( Fax o corrispondenza elettronica E-mail) con avviso di almeno tre giorni di anticipo sulla data della riunione.
Nell’avviso di convocazione dell’Assemblea può essere già indicato il giorno per la seconda convocazione che può essere stabilita anche per lo stesso dì, a distanza di almeno un’ora.
Per la validità della riunione in prima convocazione è sufficiente la presenza del 50% dei Soci aventi diritto al voto.
L’Assemblea sia ordinaria che straordinaria delibera col voto favorevole della maggioranza dei Soci aventi diritto al voto.
In seconda convocazione tanto l’assemblea ordinaria che quella straordinaria sono validamente costituite qualunque sia il numero dei votanti.
L’Assemblea ratifica il bilancio consuntivo e preventivo; delibera sugli indirizzi e direttive generali dell’Associazione, nomina i componenti del Consiglio Direttivo.

Votazioni assembleari

Il voto può essere espresso
-    mediante consegna diretta della scheda da parte dei Soci intervenuti in assemblea;
-    mediante delega scritta ( via fax o per corrispondenza) con la designazione di un socio che intervenga in assemblea;
Sono da escludere, per tale tipo di votazioni, deleghe effettuate mediante corrispondenza telefonica.
L’Assemblea nomina un Presidente ed un Segretario.
Delle riunioni di Assemblea si redige processo verbale firmato dal Presidente e dal Segretario.

Scioglimento dell’Associazione

Lo scioglimento dell’Associazione è proposto dal Consiglio Direttivo, approvato dalla Assemblea straordinaria che provvederà alla nomina di uno o più Soci che avranno il compito di provvedere alla devoluzione del fondo sociale come deliberato dall’Assemblea.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Posizionamento sito by Primi sui Motori